La Bacopa monnieri è una pianta utilizzata da 3.000 anni in India nella medicina tradizionale ayurvedica per favorire la meditazione. L’estratto vegetale di questa pianta, infatti, migliora la concentrazione, rinforza la memoria e la capacità di apprendimento, calma la mente allontanando ansie e pensieri negativi.

La Bacopa appartiene alla famiglia botanica delle scrofulariaceae ed è una piantina con foglie spesse carnose e piccoli fiorellini bianchi che sbocciano tra aprile e settembre. Si sviluppa sino a 20 centimetri di altezza e il suo fusto resta sotto il livello del acqua mentre le foglie e i fiori restano al di sopra. Questa pianta ama infatti vivere negli ambienti umidi e paludosi nelle vicinanze dei laghi, dei torrenti e delle pozze d’acqua. Le zone in cui maggiormente cresce spontanea sono le aree dell’Asia orientale, degli Stati Uniti meridionali in particolare in florida e nel Sud-Est asiatico tra la Cina, il Nepal e lo Sri Lanka.

Fitocomplesso della Bacopa

La Bacopa monnieri è composta da molti principi attivi e nutrienti. In particolare sono presenti alcalodi, saponine e steroli. Queste sostanze sono molto attive sulla fisiologia umana e hanno un effetto molto marcato. Nello specifico sono stati identificati alcuni singoli principi attivi quali lo stigmasterolo, l’acido betullico, il beta-sitosterolo e la bacosaponina. L’azione attiva sulla funzionalità cognitiva dell’uomo è stato collegata alla presenza invece di bacosidi. Queste sostanze vengono estratte dalle foglie e dal fusto della Bacopa per preparare rimedi salutari per il corpo. Da queste estrazioni si ottengono varie forme di rimedi dagli sciroppi ai decotto, dalle fiale monodose alle compresse, dai succhi alle polveri, dagli estratti idroalcolici agli oli di essenze. Ciascuna di queste forme ha una sua specifica modalità di assunzione e una sua posologia. L’uso della pianta fresca è anche esso una forma di assunzione e il vantaggio di questa pianta è anche il suo sapore gradevole che le permette di entrare nelle ricette di cucina in associazione ad altre verdure o erbe aromatiche.

Bacopa: neuroprotettivo e ansiolitico naturale

L’azione neuroprotettiva come sopra citato, è attribuita ai bacosidi della Bacopa monnieri. Sono infatti queste sostanze che sostiengono il nostro sistema nervoso, e di conseguenza, i nostri neuroni. I neuroni della memoria si trovano in varie una zone del nostro cervello: l’ipotalamo, l’amigdala, varie zone della corteccia, i gangli della base. I bacosidi della bacopa  rendono più forti le sinapsi tra i neuroni della memoria e aiutano la “riparazione” di quei neuroni che possono lavorare meno efficientemente danneggiati.

La Bacopa viene assunta principalmente per le sue proprietà benefiche sul cervello ma è anche un ottimo ansiolitico naturale che contrasta lo stress, la depressione e l’ansia. Questo beneficio è dato dalla sua proprietà perché regolatrice dei livelli di serotonina che come sappiamo è l’ormone del buonumore.

In conclusione può essere utile  assumere gli estratti vegetali di Bacopa monnieri:

  • in condizioni di stress e ansia;
  • nei periodi in cui si è più stanchi e si fa fatica a studiare e concentrarsi;
  • nella terza età e per prevenire malattie neurodegenerative (Alzheimer, Parkinson o demenza senile) o per rallentarne l’avanzamento.